IL PALAZZO

Palazzo Barolo non è solo è il luogo da cui ha avuto inizio l’Opera Pia Barolo, ma anche uno dei più significativi e meglio conservati esempi di dimore nobiliari della Torino barocca aperte al pubblico.

L'edificio occupa, quasi completamente, un intero isolato in via delle Orfane, fino a Piazza Savoia. Fu costruito alla fine del Seicento da Gian Francesco Baroncelli come ristrutturazione della casa già posseduta dal Conte Ottavio Provana di Druent, «primo scudiero» e «gran guardarobiere» di Vittorio Amedeo II di Savoia. Nel palazzo abitarono l'unica figlia del conte Ottavio, Elena Matilde, con il marito, marchese GerolamoGabriele Falletti di Barolo. Nel 1727 l’edificio passò in eredità a Ottavio Giuseppe, loro primogenito, che intorno alla metà del Settecento ne affidò la modifica a Benedetto Alfieri per adeguarlo al gusto rococò. Il Palazzo è stato la residenza della famiglia Falletti fino agli ultimi Marchesi di Barolo, i coniugi Tancredi e Giulia.

Elementi salienti dell’architettura del Palazzo, la facciata, l’atrio e lo scalone a forbice, realizzati a partire dal 1692 su progetto dell’architetto Gian Francesco Baroncelli.

All’interno è possibile ammirare il salone centrale al piano nobile - prestigioso ambiente che presenta una volta dipinta da Mattia Bortolini - l’ala Alfieriana (Sala Mozart, Sala degli Specchi e Salottino cinese), l’appartamento di Silvio Pellico e l’appartamento ottocentesco dei Marchesi. Quest’ultimo, collocato nell’“ala nuova”, è costituito da quattro sale – sala del biliardo, anticamera azzurra, camera da letto e gabinetto – caratterizzate da soffitti a scomparti, volte affrescate, dipinti ad olio, boiseries e ricchi apparati decorativi.

Il ritrovato splendore di Palazzo Barolo è frutto anche dei lavori di restauro degli appartamenti posti al piano nobile. Avviati nel 2012 con l’impostazione metodologica e il coordinamento tecnico-scientifico della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte, sono stati possibili anche grazie al finanziamento della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT (affresco Alcova) e hanno riguardato i manufatti più degradati presenti negli appartamenti.  

Grazie all’impegno dei volontari, il palazzo è aperto al pubblico. Frequentemente ospita mostre ed eventi artistici.

Visite per le scuole: attività didattica.pdf

Orario di visita

lunedì: chiuso;

martedì - venerdì: 14.30 - 18.00;

sabato e domenica: 14.30 - 19.00.

La biglietteria chiude un'ora prima

Si informa che l'accesso al Palazzo è previsto in gruppi guidati dagli operatori del museo nei seguenti orari:

martedì - venerdì: 15.00 e 16.00, 17.00;

sabato, domenica e festivi: 15.00, 16.00, 17.00, 18.00.

Biglietto d’ingresso:

Biglietto per gli appartamenti storici: Intero € 5.00 

Ingresso gratuito per i possessori dell'Abbonamento Musei Piemonte

Prenotazione obbligatoria per gruppi e scuole (minimo 10).

Si consiglia la prenotazione tramite

T. 338 169 1652 - palazzobarolo@arestorino.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle attività si può aderire alla nostra newsletter scrivendo a : palazzobarolo@arestorino.it

Chiusure festività annuali:

1 Gennaio, 24 Dicembre, 25 Dicembre,  31 Dicembre.

Il museo rimarra chiuso durante il periodo estivo dal 10 al 28 agosto 2020 compresi.

Sono possibili ulteriori chiusure o aperture straordinarie durante l’anno.

 

  • “ANDY WARHOL Super Pop Through the lens of Fred W. MCDARRAH” - Dal 20 Novembre 2021- PALAZZO BAROLO

      La mostra offre uno sguardo intimo e curioso su uno degli artisti simbolo del XX secolo. Per conoscere genio, creatività ed innovazione del padre della Pop Art, capace di influenzare l’arte ed il pensiero della società contemporanea.  L’esposizione, attraverso un’appropriata contestualizzazione storica, presenta la vita e la ricca produzione artistica di Andy Warhol, a partire dai primi esplosivi anni ‘50 e ‘60, fino agli anni ‘70 nella Grande Mela. Warhol ha saputo trasformare con la sua visione innovativa la...
  • EMILIO FANTIN, RISVEGLI THE LIGHT OF DARKNESS - dal 26 ottobre al 8 dicembre - PALAZZO FALLETTI DI BAROLO

    Emilio Fantin, Risvegli The light of darkness A cura di Gabi Scardi con Katherine Desjardins   Mostra ospite del PARI, Polo delle Arti Relazionali e Irregolari nell'ambito della Rassegna Singolare e Plurale 2021, un progetto di Città di Torino e Opera Barolo a cura di Artenne e Forme in bilico.   Palazzo Barolo, Torino 26 ottobre - 8 dicembre 2021 Opening martedì 26 ottobre dalle 17.00  alle 20.00 con prenotazione obbligatoria attraverso il link: https://fantin-opening.eventbrite.it Performance: 4, 5 e 26 novembre...
  • ETICHETTE! STORIA E DESIGN NEL MONDO DEL VINO dal 22 OTTOBRE A PALAZZO BAROLO!

      Dal 22 ottobre Palazzo Barolo racconterà nelle proprie cantine la storia del vino, attraverso l’esposizione di oltre 300 etichette storiche. La più ampia collezione temporanea mai proposta, che rappresenta, in realtà, una piccola parte dell’ampia collezione di 282 mila pezzi conservata presso il Castello di Barolo (www.wimubarolo.it). Le etichette selezionate per il grande appuntamento torinese si concentrano sugli aspetti grafici, artistici e di design, che rendono l’etichetta uno strumento godibile e accattivante,...
  • CHIACCHIERE TRA BALLI E SALOTTI - IL 19 SETTEMBRE A PALAZZO BAROLO!

      Palazzo Falletti di Barolo nella giornata del 19 settembre organizza una visita particolare per riscoprire la vita quotidiana, gli usi e i costumi di una famiglia aristocratica nel Piemonte sabaudo. Grazie alla collaborazione con il Gruppo Storico “Nobiltà Sabauda” la visita agli appartamenti storici sarà animata da balli e scene teatrali, che permetteranno di rivivere feste e ricevimenti all’interno di una residenza nobiliare piemontese.Se le accademie sono sempre stati centri di aggregazione maschile, a partire dal...
  • OBIETTIVO. DALL’ACQUARIO ROMANO ALL’OPERA BAROLO

    Dopo la tappa a Roma e la mostra all’Acquario Romano, Obiettivo verrà ospitata presso l’Opera Barolo. È per il progetto un passaggio simbolico in un luogo che, con il suo miglio del sociale, è un modello di innovazione sociale in Europa da duecento anni: Luciano Marocco, Presidente dell’Opera Barolo «La faglia delle diseguaglianze è sempre più ampia. L’Opera Barolo nasce da visionari innovatori sociali che hanno dedicato la loro esistenza, il loro patrimonio valoriale ed economico alla costruzione di una...
  • IN VILLEGGIATURA A PALAZZO - Rassegna di concerti e performance

      Forte di questa esperienza, Palazzo Barolo propone per l’estate 2021 “In villeggiatura a Palazzo”: rassegna di musica, concerti e performance. L’iniziativa cerca di promuovere la convivialità, la gioia di tornare a stare insieme, pur nel rispetto delle norme sanitarie. Ecco allora un palco prestigioso, nella cornice del cortile di Palazzo. L'iniziativa vuole essere anche un modo per sostenere chi, come gli artisti e gli operatori dello spettacolo, ha pagato di più durante la pandemia.  Insieme con l'Opera Barolo...
  • VIATICO A CORTE, PROROGATO IL PRESTITO A PALAZZO BAROLO

      La Città metropolitana di Torino ha prorogato il  prestito a Palazzo Barolo del quadro "Viatico a corte" che dal febbraio 2019 è  esposto al pubblico nei saloni  del prestigioso palazzo Falletti di Barolo nel cuore di Torino. Il dipinto, restaurato a cura  della Fondazione Opera Pia Barolo, raffigura il salone d’ono-re di Palazzo Faletti di Barolo ed è l'unica fonte iconografica  dell’epoca di Giulia Colbert, Marchesa di Barolo: risale al 1865 ed è...
  • PARI, POLO DELLE ARTI RELAZIONALI E IRREGOLARI DI PALAZZO BAROLO RASSEGNA SINGOLARE E PLURALE 2021

    Un progetto di Città di Torino e Opera Barolo, a cura di Artenne e Forme in bilico  Il PARI pone sempre grande attenzione alle problematiche del presente, ne accoglie le istanze e si offre come spazio di comunicazione, elaborazione per una consapevolezza dei fenomeni e dei comportamenti, sociali e culturali. Le quattro mostre - in programma per la primavera del 2021 - indagano vissuti e strategie di sopravvivenza di artisti emergenti, professionisti e outsider nell'affrontare in modo creativo il trauma da pandemia e il lockdown. Espressione...