BRICK ART L’arte dei mattoncini

Milioni di mattoncini colorati nella mostra che coinvolgerà grandi e piccini.

I personaggi più amati, gli scenari più iconici, le opere d’arte, interamente costruiti in Brick Art.

Cinque le aree tematiche principali in mostra:

–       le principesse delle favole

–       i supereroi

–       lo spazio

–       il western

–       i monumenti di Torino

Una produzione Next Exhibition, in collaborazione con Piemonte Bricks, con il patrocinio di Città Metropolitana di Torino.

 

ABOUT

_____________________________________________________________________________________________________

Una mostra che è un inno alla gioia: BRICK ART, un mondo colorato e fantastico che rappresenta, secondo le intenzioni della direzione creativa di Next Exhibition, un’occasione di svago per tutta la famiglia, coinvolgendo ed emozionando grandi e piccini, con l’obiettivo di far riscoprire il bambino che si nasconde ancora in ognuno di noi. Mamme e bimbe possono sognare nell’area dedicata alle principesse delle favole, dalle fiabe classiche ai racconti più moderni. Dalla scarpetta di cristallo di Cenerentola ad Alice nel Paese delle Meraviglie, dalla Carica dei 101 a Peter Pan, da Biancaneve alla Sirenetta, dalla torre di Rapunzel al Castello di Frozen, alti oltre un metro. D’altro canto papà e bimbi si immergono nel mondo dei supereroi più famosi con la SuperHeroes City e le armature Hulkbuster degli Avengers. Per i nostalgici l’hangar della base Starkiller di Star Wars con 1300 minifigure e il diorama western grande oltre tre metri.

Le prime quattro aree sono a cura di Piemonte Bricks, realtà che nasce nel 2015 dall’idea di un piccolo gruppo di appassionati costruttori di mattoncini LEGO®. Dopo due anni, molti eventi e tantissime creazioni, nel 2017 il gruppo riceve dalla Casa Madre danese il riconoscimento di LUG (LEGO® User Group), diventando il primo Gruppo di appassionati dei mattoncini LEGO® ufficialmente riconosciuto in Piemonte. Il gruppo conta oggi oltre cinquanta soci, distribuiti su tutto il territorio piemontese, con l’obiettivo comune di divertirsi costruendo insieme. Il gruppo è impegnato in lavoratori, workshop, attività ludiche, esposizioni e ora una vera e propria mostra sul lungo periodo.

Quinta sezione della mostra, apprezzata dal pubblico di ogni età, è la ricostruzione iper fedele dei principali monumenti della città di Torino: Mole Antonelliana, Duomo, Gran Madre, Palazzo Madama, Superga e Porta Palatina. E i numeri di mattoncini utilizzati sono incredibili: al primo posto Superga con 55.000 pezzi, seconda la Mole con 35.000, terza la Gran Madre con 25.000.

Quest’area è a cura di tre autori:

Miriana Russo (classe 1994, meticolosa e precisa soprattutto nella cura dei dettagli delle costruzioni);

Marco Giannitti, classe 1994, ingegnere informatico e programmatore di videogames, è da sempre appassionato costruttore con un approccio scientifico alla riproduzione dei monumenti. Parte infatti da lui l’idea della riproduzione dei monumenti torinesi ed è sua la scelta della scala (tra 1:80 e 1:90) che permette un livello di dettaglio elevato senza esagerare con le dimensioni finali del modello. Si è laureato ingegnere informatico e lavora oggi nel campo della programmazione di videogiochi;

Luca Giannitti, classe 1982, dottore in informatica, appassionato di storia, architettura e trasporti (lavora oggi nei sistemi di localizzazione e comunicazione della flotta del trasporto pubblico torinese), ha trovato nelle costruzioni LEGO® il miglior modo di esprimere i propri interessi, realizzando modelli di mezzi pubblici e portando avanti il progetto dello scenario cittadino in cui farli viaggiare. Ogni monumento viene studiato sotto tutti gli aspetti – storici e architettonici in particolare – in modo da essere riprodotto il più fedelmente possibile, senza però dimenticare che le costruzioni nascono come gioco per bambini.

Nelle antiche cantine di Palazzo Barolo, che ospiteranno Brick Art, sarà presente anche una “mostra nella mostra”, con un’esposizione di fotografie in cui le minifigures LEGO® sono inserite nel mondo reale, nelle più disparate situazioni. Questa parte vede la collaborazione del Gruppo “Fotografia Costruttiva RLOC”.

Non mancherà l’area didattica, in cui verranno realizzati dei laboratori di approfondimento proprio con lo staff di Piemonte Bricks.

Nella sala didattica saranno esposte anche le due opere realizzate in occasione dei Graphic Days 2022 di Torino da Nova Visualis e Falcone Studio, in collaborazione con Next Exhibition e Quercetti.

Le due opere ritraggono con la tecnica del Pixel Art due orsetti coloratissimi, che verranno battuti all’asta durante il corso della mostra, con un evento speciale, “Children for Children”.

Il ricavato sarà devoluto all’associazione N.I.D.A., Nazionale Italiana dell’Amicizia ONLUS. per il progetto cittadella dello sport Falchera che persegue obiettivo di aiuto e inserimento nel tessuto sociale delle famiglie e soprattutto, dei bambini in difficoltà. Perché “da soli non possiamo salvare il mondo, ma tutti assieme possiamo renderlo migliore”.

ATTENZIONE: tutte le opere potranno essere fotografate e gli organizzatori invitano a scattare dei selfie creativi e divertenti da condividere sui social della mostra.

 

GIORNI E ORARI DI APERTURA

_____________________________________________________________________________________________________

 
La mostra sarà aperta:

Dal Martedì al Venerdì 10:00 – 17:30

Sabato e Domenica 10:00 – 18:30

Lunedì chiuso

Ultimo ingresso consentito in mostra un’ora prima dell’orario di chiusura.

Tutte le informazioni sulla mostra su:

sito www.mostrabrickart.it

FB /brickartlamostra

IG @mostrabrickart

 

CHIUSURE STRAORDINARIE:

24, 25 e 31 dicembre 2022 e 1 gennaio 2023

APERTURE STRAORDINARIE:

31 ottobre, 1 novembre, 8 e 26 dicembre,

2 e 6 gennaio

 

PREZZI BIGLIETTI

_____________________________________________________________________________________________________

Dal martedì al venerdì:

  • intero: 10 euro
  • ridotto: 8 euro

Sabato e domenica:

  • intero: 14 euro
  • ridotto: 12 euro

Dal martedì alla domenica:

Ridotto gruppi/cral (minimo 20 persone): 6 €

Ridotto scuole (minimo 15 alunni): 5 €

Open (visitare la mostra in un giorno di apertura, senza decidere la data precisa al momento dell’acquisto; ideale nel caso si regali il biglietto per la mostra): 15 €

I bambini al di sotto dei 3 anni entrano gratuitamente.

 

MODALITÀ ACQUISTO BIGLIETTI

_____________________________________________________________________________________________________

La prevendita biglietti è aperta da lunedì 24 ottobre con il circuito Ticket One.

Biglietti in vendita presso il botteghino di Palazzo Barolo nei giorni e negli orari di regolare apertura della mostra.

Scarica il comunicato stampa: Comunicato stampa Brick Art TORINO

 

15/10/22
Inaugurazione di “Sensibile Sconosciuto”

Sabato 15 ottobre alle ore 16,00 sarà inaugurata nelle prestigiose sale di Palazzo Falletti di Barolo, in Via Corte d’Appello 20/C, la mostra personale di Rosetta Vercellotti, artista torinese, esponente della pittura astratta e informale, dal titolo “Sensibile Sconosciuto” curata da Dino Aloi. Intervengono all’inaugurazione i critici d’arte Angelo Mistrangelo e Claudia Ghiraldello. Accompagnati dalle guide sarà possibile anche visitare le splendide stanze degli appartamenti storici di Palazzo Barolo, gratuitamente per i possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte. La mostra presenta le opere recenti dell’artista, partendo da quelle realizzate durante il periodo di pandemia, messe in dialogo con le sale auliche del palazzo. La sua è una pittura fuori da correnti stabilite, un percorso intimo iniziato per sentimento interiore negli anni Novanta per poi concentrarsi maggiormente in questi ultimi anni, in elaborazioni fuori dal tempo ma che richiedono comunque il tempo necessario per potersi esprimere con la dovuta accuratezza, manifestando un’emozione che prende forma attraverso una sequenza di segni impressi sulla tela. La strada che ha intrapreso non è quella di una cupa introspezione. Al contrario la sua ricerca si estende verso la luce, una ricerca che si abbina ad un percorso spirituale dove la mente è punto di partenza per poi liberarsi e purificarsi, in una sorta di catarsi, nel senso più filosofico del termine, quello aristotelico, tesa verso un infinito dove la coscienza si abbandona alla conoscenza, in uno spazio/tempo dove l’iperbole è colore puro rivolto ad una spiritualità manifesta e intrinseca, rivelata e non inseguita. (dal testo di presentazione della mostra di Dino Aloi)

ROSETTA VERCELLOTTI Rosetta Vercellotti, artista torinese, dipinge dagli anni ’70. Dal 1991, data della prima personale a Torino nella Scuola di Giornalismo, le personali e le collettive vissute da quest’artista sono state davvero tante, in Italia e all’estero. Alla Promotrice delle Belle Arti di Torino è stata sempre presente dal 1991 a tutt’oggi. Al Circolo Ufficiali di Presidio di Torino ha esposto nel 1993. Nel 1996 ha partecipato alla Mostra internazionale di arti visive della Regione Lazio dedicata al “Pianeta Donna” con esposizione collettiva presso il Centro Culturale Sinesi di Roma. Numerosi sono i premi ricevuti da Rosetta; in particolare è risultata prima classificata per lo stile al Premio internazionale “Trastevere” nel 1996 e prima classificata per la pittura astratta al Premio “Ripetta” di Roma nel 1997. Una sua monografia è presente nelle biblioteche del Metropolitan Museum of Art e del Guggenheim Museum di New York. Di recente ha esposto, nell’aprile 2016 e nel giugno 2019, al Circolo degli Artisti di Torino, nell’ottobre 2020 allo Spazio Mouv di Torino, nell’agosto 2021 nel Comune di Locana e nel settembre 2022 presso il Centro Culturale «Conti Avogadro di Cerrione» vicino a Biella. In ambito religioso importante la mostra tenuta nel settembre 2016 nella Galleria Gastaldi del Santuario Lauretano di Graglia. Nel 2016 è uscito il libro “Il Mondo dell’Inconscio” presentato dal critico Angelo Mistrangelo, mentre nel 2018 Claudia Ghiraldello ha curato il volume “Rosetta Vercellotti, la donna e le opere” e scritto la presentazione della monografia “Nuovo Respiro” raccolta della produzione dell’artista degli ultimi anni. I libri sono editi dalla casa editrice torinese Il Pennino.

La mostra, con ingresso libero, proseguirà sino al 29 ottobre 2022 con orario: da martedì a domenica 15,00 – 18,00 con la presenza dell’artista. Ultimo accesso ore 17,30. Info: csviveredalridere@gmail.com – 335.6869241

 

25/7/22
Concerto catartico

All’interno della Rassegna musicale estiva

Lunedì 25 luglio 2021, ore 21

Edoardo De Angelis (violino) e Anna Barbero (pianoforte)

in programma: John Williams Danza dei demoni (Tormento), Camille Saint-Saëns Danza macabra (morte), Edward Elgar Salut d’Amour (amore), Henry Purcell Lamento di Didone (sconforto), Franz Liszt Mephisto valzer (perdizione), Ezio Bosso Danza della paura (paura), Sergej Prokofiev Danza dei Cavalieri da Giulietta e Romeo (conflitto), Astor Piazzolla Escualo (ossessione), Oblivion (oblio), Ludwig van Beethoven La Primavera sonata n. 5 op.24 Allegro (rinascita).

a cura dell’Associazione Concertante-Progetto Arte&Musica

Ingresso libero prenotazione obbligatoria qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-concerto-catartico-375399789877

22/7/22
Fuego en la Sagre

All’interno della Rassegna musicale estiva

Venerdì 22 luglio, ore 21

Luis Santana (baritono), José Manuel Cuenca (pianoforte), Almudena Roca (ballerina)

Uno spettacolo che racconta la passione che pervade la musica spagnola in tutto il suo splendore. Un viaggio che parte nel XVII secolo dalla “Escuela Bolera” con autori come Blas de Laserna, Manuel García o Sebastián Iradier, i grandi Lorca, Falla e Halffter fino ai grandi compositori spagnoli contemporanei.

a cura dell’Associazione I Musici di Santa Pelagia

Ingresso € 5.00 con prenotazione obbligatoria qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-fuego-en-la-sagre-375398917267

 

21/7/22
Ombre a Palazzo

All’interno della Rassegna concerti estiva

Giovedì 21 luglio, ore 21

Spettacolo quale primo risultato dei laboratori, con principianti, sul teatro d’ombre con l’animazione di silhouette in cartone nero nell’antica tradizione del teatro d’ombra che – con i suoi incantesimi fatti di figure che si destreggiano tra le ombre e la luce – può restituirci una dimensione sognante, creativa, e aiutarci ad esprimere sogni, desideri ed elaborare paure.

A cura di Forme in bilico aps e Fermata d’autobus Onlus. Con il sostegno della Città di Torino, in collaborazione con la ASL Città di Torino, il PARI Polo delle Arti Relazionali e Irregolari dell’Opera Barolo e Arte Pura della Cooperativa Sociale Chronos.

 

Ingresso libero prenotazione obbligatoria qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-ombre-a-palazzo-375397663517

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy