I progetti
e gli eventi

La vita nel Distretto Sociale

FARE BENE IL BENE

Progetto di capacity building rivolto agli Enti del Distretto, finanziato
da Fondazione CRT e Fondazione Compagnia di San Paolo. Il percorso formativo è partito nel 2018 e si è sviluppato in tre annualità, vedendo
la partecipazione di oltre 60 operatori e volontari del Distretto Sociale Barolo.
Lo scopo principale è stato quello di creare una rete di Distretto, far crescere
le competenze, migliorare visione e performance.

I temi trattati sono qui elencati:

FAREBENEILBENE 1 Gennaio- Novembre 2018
• Welfare come bene comune – Fondazione Zancan
• Disegnare interventi inclusivi – Politecnico di Torino, Facoltà di Design
• Disegnare sostenibilità – IUS.VE
• Disegnare comunità – Centro di Teatro Sociale e di Comunità
• Un nuovo Terzo Settore – Secondo Welfare
• Fundrising – Terzofilo
Scarica il dossier

FAREBENEILBENE 2 Giugno- Luglio 2021
• Progettare e gestire l’innovazione sociale – Smart Commons Lab (Uni.To)
• Origini storiche e vocazione del Distretto Sociale Barolo – prof. G. Chiosso, dott. S. Durando
• Ideazione, progettazione, realizzazione strumenti di supporto al DSB – Mediacor
Scarica il dossier

FAREBENEILBENE 3 Aprile- Novembre 2022
• Come raccontare e raccontarsi – SCT Centre
• Come raccogliere dati e creare piattaforme di monitoraggio – Social Techno.
Scarica il dossier

COMUNICARE

ComuniCare è il progetto di Giustizia di Comunità dei territori della Città
di Torino e della Provincia e Città di Cuneo.
Si rivolge, innanzitutto, alle persone non detenute, ma sottoposte a misure penali su quei territori, con lo scopo di sostenerle e accompagnarle nell’acquisizione di consapevolezza e nella responsabilizzazione rispetto
ai fatti di reato in cui sono coinvolte.
Si propone di utilizzare gli strumenti dell’empowerment per aiutare le persone coinvolte a rendersi utili per le comunità di appartenenza, incrementandone
il benessere e la sicurezza e favorendo la ricostruzione delle relazioni
che il reato ha contribuito a deteriorare.
Il progetto favorisce, quindi, la comunicazione e il prendersi cura reciproco delle persone e dei contesti sociali in cui sono inserite, chiamando le une
e gli altri ad una dimensione di sviluppo individuale e di comunità,
in una prospettiva di welfare generativo.
ComuniCare è frutto di un lavoro di co-progettazione che ha coinvolto Istituzioni Pubbliche ed Enti del Terzo Settore, con il coordinamento
del Ministero della Giustizia – Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per il Piemonte, la Liguria e la Valle d’Aosta.
Si articola in una pluralità di attività e percorsi sul territorio e costituisce
una sperimentazione innovativa di durata triennale e rivolta a circa 1000 persone in misura penale.
Per questa ragione la dimensione di valutazione dell’efficacia di ComuniCare
è essenziale e si propone di verificare l’impatto del progetto sulle dimensioni
di incremento del benessere e sicurezza delle comunità e sostegno
alla costruzione concreta di progetti di vita non devianti.
Potete trovare la versione integrale del progetto ComuniCare nella sezione documenti.

Visita il sito

GUIDE DISTRETTO SOCIALE BAROLO
Il progetto Guide del Distretto Sociale Barolo nasce per celebrare l’anniversario dei 200 anni di fondazione del Distretto, che cadrà nel 2023. L’obiettivo
è aprire le porte del Distretto alla cittadinanza, favorendo la conoscenza
della storia passata e contemporanea di questo luogo delle possibilità. Protagonista del progetto sarà un gruppo di 25 giovani che, dopo un periodo
di formazione specifica, avrà l’opportunità di creare percorsi di visita originali all’interno del Distretto e degli enti che lo abitano. La call si rivolge a giovani under 35 che vivono, hanno vissuto o che desiderano vivere questi spazi
e sono interessati a diffonderne la cultura, il carisma e la storia di solidarietà. Da quasi due secoli il Distretto rappresenta un punto di riferimento importante per la città di Torino e i suoi abitanti, uomini e donne provenienti da ogni parte del mondo.

Scarica il dossier

POLO ALIMENTARE BAROLO

A partire dall’esperienza sviluppata durante il periodo d’emergenza sanitaria Covid19, l’Ufficio Pastorale Migranti, l’Associazione Camminare Insieme
e la Congregazione delle Suore Figlie di Gesù Buon Pastore, Enti che hanno implementato il sostegno alle famiglie e alle persone in difficoltà sia dal punto di vista sociale/sanitario sia alimentare, hanno deciso di mettere insieme
le proprie risorse al fine di strutturare un servizio più efficiente aumentando così la platea dei beneficiari e contemporaneamente riuscendo a costituire
un gruppo di volontari unico (formato non solo dai volontari dei singoli enti). Per l’Opera Barolo, in virtù del protocollo d’intesa, il progetto risponde alla creazione di un Polo di Prossimità.

Tutto questo, a gennaio 2021, ha reso possibile aprire, presso i locali
del Distretto Sociale di Via Cottolengo 26, un unico punto di raccolta
e distribuzione di beni alimentari anche a seguito dell’accreditamento
dei tre Enti presso il Banco Alimentare del Piemonte. I suddetti locali sono stati dati in comodato ad uso gratuito ad AGM (Associazione Generazione Migranti).

In continuità con l’eredità carismatica dei Marchesi di Barolo, il Distretto Sociale Barolo si sta sempre di più caratterizzando come un polo unitario
al servizio dei cittadini nel quale convivono ed operano realtà che,
pur nelle differenze e specificità, sono impegnate nella promozione
della persona e nella realizzazione di un benessere giusto e condiviso. L’ambizione programmatica del progetto è quindi quella di unire le forze
e gli sforzi dei quattro Enti per aumentare la capacità di contrasto alle povertà
e di sperimentare percorsi e processi che siano replicabili in altri contesti
e città, valorizzando così la storia di un luogo importante e significativo
della città di Torino.
Il progetto è finanziato da Fondazione Compagnia di San Paolo.

Scarica il dossier

 

I GIARDINI DI AURORA

I Giardini di Aurora è il progetto vincitore – primo classificato – dell’avviso pubblico nazionale Creative Living Lab – 3a Edizione promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura ed è realizzato da Social Community Theatre Centre | Teatro Popolare
Europeo per Spazio BAC, in partenariato con Opera Barolo, Cooperativa Sociale Mediterraneo Onlus – Ufficio Pastorale Migranti, Associazione Generazioni Migranti, Accademia Albertina, Associazione Slow Cinema e con la collaborazione di FW Studio e lo street artist Mr. Fijodor.
Il progetto si sviluppa su azioni di rigenerazione urbana a base artistica secondo la metodologia di Teatro Sociale di Comunità sul triplo asse della riqualificazione degli spazi verdi, del welfare culturale e dello sviluppo di comunità del quartiere Aurora di Torino.
Attraverso il coinvolgimento degli abitanti del quartiere in pratiche di co-progettazione e co-costruzione con un approccio intergenerazionale e multiculturale, il progetto promuove l’apertura di Magnolia, il giardino di quartiere, un nuovo spazio verde situato all’interno del Distretto Sociale Barolo ( entrata da via Beato Cottolengo 24/A) e aperto alla cittadinanza e animato da iniziative culturali gratuite e accessibili a tutte le persone.
Da marzo a giugno 2022 il progetto ha coinvolto beneficiari del Distretto Barolo e abitanti dei quartiere in laboratori di teatro, percussioni, canto, sartoria, falegnameria, co-costruzione di arredi in legno per il giardino della Magnolia e un workshop di pittura e street art.
A chiudere il progetto la Grande Parata dei Giardini di Aurora che collega con azioni culturali tramite una grande parata culturale i giardini del quartiere con il neonato Giardino della Magnolia.

GOLDEN LINKS: I LEGAMI SONO ORO

Golden Links è un progetto con approccio circolare che ha l’obiettivo di distribuire indumenti nuovi e altri beni a famiglie in stato di impoverimento che è stato svolto nel 2018-2019.
Si basa su un’importante azione di sistema promossa dalla Banca Intesa San Paolo con il coinvolgimento di Imprese, Caritas Italiana, Caritas diocesane e Organizzazioni Non Profit.
Le aziende collaborano al Progetto mettendo a disposizione gratuitamente forniture di beni costituite da giacenze, resi e seconde scelte. Il network Golden Links si è ampliato negli anni con l’adesione di grandi imprese: Calzedonia S.p.A., Camomilla Italia, Geox S.p.A., OVS S.p.A., BasicNet S.p.A., Solvay Chimica Italia S.p.A. e Mondadori Education S.p.A.
Lo smistamento e il confezionamento dei beni sono curati da persone in condizioni di fragilità socio – economica assistite dalla Rete Caritas, in particolare per il territorio torinese si è vista la partecipazione di 30 donne seguite dal Distretto Sociale Barolo.
I beneficiari dei beni sono famiglie che versano in stato di marginalità residenti in più regioni italiane.
Grazie a Golden Links, dal 2018 a oggi sono stati distribuiti a persone fragili circa 250mila indumenti, capi intimi, calzature e altri beni.

Visita il sito

FA BENE

Fa bene nasce nel 2013 in un contesto periferico di Torino – il quartiere Barriera di Milano – dalla lettura dei bisogni del territorio. Radicandosi inizialmente come progetto di recupero e ridistribuzione di cibo di qualità, grazie all’accompagnamento di Caritas Torino e S-NODI fa bene sviluppa la propria mission divenendo un modello scalabile di inclusione fondato sulla reciprocità ed attivazione delle comunità locali. Dal 2018 è stata attivata la rete anche con la partecipazione del Distretto Sociale, in particolare con Cooperativa Mirafiori e Ufficio Pastorale Migranti.

Visita il sito

CARAVAN NEXT

Feed the Future è un stato un progetto europeo di Teatro Sociale e di Comunità e audience development che ha vinto il Bando Creative Europe su larga scala nell’anno 2015 realizzando in Europa 40 eventi culturali in altrettante città e 5 eventi speciali negli Stati Uniti, Marocco, Uruguay, Taiwan e Australia. Gli eventi hanno coinvolto in modo attivo le comunità locali sul tema comune European challenges of the Third Millenium. Il progetto, della durata di 42 mesi, è stato ideato dal Social Community Theatre Centre | Unito (Supervisione metodologica di progetto) e dall’Odin Teatret (Lead Partner) insieme ad altri 11 partner europei. I partner di progetto hanno lavorato in sinergia sia sul proprio territorio di appartenenza sia attraverso scambi artistici con gli altri paesi coinvolti. A Torino nel maggio 2016 si è svolto il Macro Event “Saving the Beauty” del progetto europeo realizzato da Social Community Theatre Centre in collaborazione con numerosi partner locali tra cui il Distretto Sociale Barolo.
Al Distretto Barolo si è svolto lo spettacolo itinerante “Saving the Beauty” che ha attraversato tutti i cortili del Distretto e che è stato realizzato anche a partire dai laboratori teatrali che hanno coinvolto beneficiari e referenti degli enti del Distretto Barolo che sono stati poi inseriti nella performance finale itinerante “Saving the Beauty” e nella grande parata teatrale che ha collegato piazza Palazzo di Città con il Distretto Barolo.

Visita il sito
Leggi la pagina del progetto sul sito del Social Community Theatre

CORO BREAD AND ROSES

Nato nel 2016 durante il progetto europeo Caravan Next, il coro Bread and Roses offre a donne di tutte le età e culture la possibilità di incontrarsi, cantare e promuovere la propria salute attraverso una metodologia di lavoro attenta a potenziare le life skills attraverso il canto. La partecipazione al coro è gratuita e aperta alle donne di tutte le età e culture.

BAC – BEST Architecture Competition

È una competizione di Architettura interna al Politecnico di Torino completamente gratuita, che permette agli studenti di mettere in pratica le nozioni acquisite durante il proprio percorso di studi, in prospettiva di casi studio lavorativi. Si tratta di un workshop della durata di un giorno, durante il quale i partecipanti (nell’edizione del 2018 ha visto la partecipazione di 270 studenti) sono invitati ad elaborare le proprie idee progettuali riferite ad un tema specifico che viene loro illustrato all’inizio della competizione. Il workshop è stato realizzato con l’accompagnamento del Prof. Arch. Cristian Campagnaro e finanziato da Fondazione Compagnia di San Paolo. Obiettivo principale era lo sviluppo di un progetto di micro-architettura /macro-arredo con cui attrezzare gli spazi all’aperto (cortili, piazze, giardini e percorsi di accesso) del Distretto Sociale dell’Opera Barolo. Alla fine della giornata di competizione sono stati ricevuti più di 90 elaborati. Dopo due incontri con le giurie composte da Enti partner e professori del Politecnico è stato premiato il progetto “HO.ME”, panca modulare in legno da inserire all’interno degli spazi del Distretto. La panca è stata e realizzata dai ragazzi della “Comunità Giulia” di Cooperativa Mirafiori con il prezioso supporto del prof. Cristian Campagnaro e del prof. Nicolò di Prima.

Scarica il dossier

Gli eventi

Festa di Natale 2020

In occasione della Festa di Natale 2020 Spazio BAC insieme a Opera Barolo ha realizzato una festa speciale con famiglie, beneficiari, operatori, volontari del Distretto Sociale Barolo.
Il percorso artistico itinerante si è ispirato alle antiche tradizioni delle cantate natalizie e al presepe vivente, simbolo dell’umanità in attesa.
Nei numerosi cortili del Distretto gli artisti di Spazio BAC hanno incontrato gli abitanti e compiuto un rito di dono-controdono con canti, musica, pani, danze e candele simboli di prossimità, speranza e gioia.

Leggi la notizia

Festival dell’Economia

Martedì 31 maggio alle 17, si è tenuto l’incontro Percorsi di giustizia sociale. L’esperienza del Polo Alimentare Barolo per parlare di povertà alimentare, giustizia sociale e buone pratiche nel Giardino della Magnolia (Via Cottolengo, 24/A).
La povertà alimentare rappresenta oggi uno dei problemi più gravi che affligge il nostro Paese ma è anche, al contempo, uno dei temi meno discussi.
Nell’ambito del Festival Internazionale dell’Economia l’ Ufficio Pastorale Migranti ha promosso un incontro per riflettere sui sistemi del cibo a partire dalla recente esperienza del Polo Alimentare Barolo, nato nel gennaio 2021 nel Distretto Sociale Barolo.

Scarica il dossier

Festival dell’Accoglienza

Dal 5 settembre al 31 ottobre 2021 si è tenuta a Torino la prima edizione di “E mi avete accolto” – Festival dell’Accoglienza, un appuntamento annuale che raccoglie insieme la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato – GMMR (ultima domenica di settembre), la Giornata della Memoria e dell’Accoglienza (3 ottobre) e Giornata Missionaria Mondiale (penultima domenica di ottobre). Una nuova iniziativa che l’Ufficio Pastorale Migranti dell’Arcidiocesi di Torino ha ideato per rafforzare il suo lavoro di riflessione e sensibilizzazione. Un appuntamento annuale per offrire l’occasione alle istituzioni, al variegato mondo del Terzo Settore e alla cittadinanza di fermarsi a riflettere sui significati profondi della parola “accogliere”, sulle pratiche formali e informali dell’accoglienza e sulle condizioni reali in cui versano i diritti dei migranti in Italia.

Visita il sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy